LA POVERTÀ COME INGIUSTIZIA SOCIALE

di Francesco Errani

«Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese».

(Costituzione della Repubblica Italiana, articolo 3)

Questo articolo rappresenta uno dei cardini della nostra Costituzione, il principio di uguaglianza (e di non discriminazione). Non è sufficiente però evocarli, i diritti, perché vengano garantiti. Servono condizioni economiche, sociali, culturali, e la volontà politica perché possano affermarsi.

Continue reading

LA RESPONSABILITÀ EDUCATIVA

di Felice Signoretti 

Il problema della responsabilità educativa investe ciascuno di noi, qualsiasi sia la propria professione e qualsiasi sia il modo di condurre il nostro rapporto con gli altri. Coloro che si sentono liberi dal dovere di affrontare il problema educativo negano che le loro scelte, le loro parole, i loro comportamenti, anche quotidiani, anche banali, possano avere un valore educativo. Si tratta di un grande sbaglio o, peggio, di una volontaria mistificazione. Indubbiamente per i genitori, i docenti, i religiosi il problema si pone alla base delle loro azioni nei rapporti con figli, studenti, adepti. Ma ognuno risente, nella vita comune, di quanto coscientemente o inconsciamente viene in lui indotto o stimolato dall’altro con cui egli entra in relazione, sia a livello paritario che a livello subordinato. Il mondo si trasforma, in bene o in peggio, dalle relazioni tra gli uomini e dalle dinamiche che esse creano. E ognuno è chiamato, da parole e gesti, a tirare fuori da se stesso (educere) gli elementi costitutivi della propria intelligenza, della propria sensibilità, del proprio sapere. Continue reading

EDITORIALE – COME I BUCANIERI

di Mattia Macchiavelli

La vita, in Metro-Polis, è un’altalena di meraviglie, che dondola tra rituali giocosi e novità stuzzicanti; la Festa di tesseramento, che cade ogni anno a gennaio, è la sintesi perfetta di questi movimenti.

È l’occasione, innanzitutto, per festeggiare insieme il compleanno della nostra associazione, il 22 di gennaio, infatti, Metro-Polis ha compiuto 6 anni: dopo averla aiutata a muovere i primi passi e aver visto spuntare i primi dentini, l’abbiamo guardata crescere ancora un po’, farsi una bimba grande, pronta per il primo giorno di scuola. Ora dobbiamo prenderla per mano e condurla verso nuove emozionanti sfide. Continue reading

CONTINUARE A SOGNARE

di Mattia Macchiavelli

Quello che Metro-Polis richiede, a tutte e tutti noi, è un esercizio di immaginazione: lo richiede sempre, perché proprio di immaginazione essa si nutre, ma lo fa in particolar modo ora, perché questo è un importante anno di passaggio.
Il 2019, infatti, come annunciato durante la nostra Festa di tesseramento, è l’anno in cui si conclude il mandato associativo che Metro-Polis ha conferito a questo Consiglio direttivo attraverso la mozione Da crisalide a farfalla. Occorre dunque accompagnare, attraverso una gestazione creativa e organizzata, l’apertura a una nuova fase della vita dell’associazione, inventandosi un nuovo triennio e identificando le persone più adatte a interpretarne ideali e pratiche. Continue reading

LA BIBLIOTECA DI BABELE: SI COMINCIA DALLA LIBERTÀ

di Francesco Colombrita 

Venerdì 25 gennaio si è dato il via alla Biblioteca di Babele, il Club del libro targato Metro-Polis, con un appuntamento volto a confrontarsi e a elaborare un percorso che sarà la nostra strada per questo 2019!

All’interno del macro tema del viaggio, scelto come vessillo di questa avventura, si è tutte e tutti insieme buttate sul tavolo idee, riflessioni, pensieri.
Il viaggio, nella nostra discussione, ha assunto svariate forme, partendo dal semplice movimento da un luogo a un altro, per poi declinarsi in molteplici aspetti. Dapprima fisici (vacanza, movimento) ma ben presto sempre più intangibili (ricerca interiore, inconscio). Un topos letterario archetipico come questo, che a partire da Omero stesso, passando da Dante e giungendo ai giorni nostri, si rivela essere una delle più grandi metafore possibili.
Tutte le nostre riflessioni sono confluite in un vero e proprio prontuario del viaggio letterario, o meglio uno di quelli possibili, che terremo come traccia per i dieci incontri che andranno a esplorare e comporre la nostra Biblioteca di Babele: Continue reading

LEZIONI DI ASTROLOGIA: ACQUARIO – URANO NELL’ASTROLOGIA, NEL MITO, NELL’ARTE

di Rosalba Granata

Immagine del Pianeta.

Urano è, in ordine di distanza dal Sole, il settimo pianeta del sistema solare.

È il primo pianeta scoperto tramite un telescopio. Non era infatti tra i pianeti visibili ad occhio nudo che erano conosciuti da millenni e non se ne sospettava l’esistenza. Fu Herschel che si accorse nel 1781 di “una stella” che sembrava spostarsi.

Come si arrivò al nome di Urano? Vi furono varie proposte, per i francesi doveva essergli attribuito quello del suo scopritore, mentre gli inglesi avrebbero preferito, in omaggio al re di Inghilterra, “Georgium Sidus”. Fu un astronomo, Bode, a proporre, attingendo dalla mitologia e quindi in sintonia con gli altri nomi dei pianeti, quello attuale del dio greco Urano (in greco “Cielo stellato”)

È tra i pianeti più grandi del sistema solare, il quarto per massa, e la sua composizione chimica è differente rispetto a quella dei giganti gassosi, Giove e Saturno, ed è piuttosto simile a quella di Nettuno, definiti dagli astronomi “giganti ghiacciati”. Continue reading

APPETIZER BOOKS: LE OTTO MONTAGNE – PAOLO COGNETTI

di Francesco Colombrita

Edito Einaudi, 2017, 199pp

«Qualunque cosa sia il destino, abita nelle montagne che abbiamo sopra la testa».

Nei piccoli borghi sperduti, le cose non cambiano mai. 

Continue reading

CINQUE TITOLI IN DOTE: LETTERE CONTRO LA GUERRA – TIZIANO TERZANI

Per entrare a far parte di Metro-Polis non si richiede alcuna appartenenza politica o confessione religiosa, così come non è richiesta nessuna adesione a correnti di pensiero o credo ideologici.
L’unico invito che rivolgiamo a chi vuol diventare nostro socio, è quello di portarci in dono cinque titoli: possono essere titoli di libri, di film, di articoli di giornali, di canzoni, di poesie, di telefilm, di interviste, etc… L’importante è che questi titoli riflettano l’identità di chi li porta con sé in dote, in modo da poter costruire insieme l’identità collettiva di Metro-Polis.

In questa rubrica potrete trovare, mese per mese, i Titoli in Dote che i nostri soci hanno deciso di condividere.

LETTERE CONTRO LA GUERRA – TIZIANO TERZANI

Continue reading

LE DOMANDE DI PIE’

di Ottorino Tonelli

Non so se la luna e gli astri influiscano sulla vita degli uomini. Quella di Galbiato, detto Pie’, dimenticato in fasce sul tetto dai genitori inseguiti dagli squadristi fascisti nel 1928, in qualche cosa devono avere influito. La bassa statura è stata dettata dal di-enne-a, ma quello spirito di osservazione, quella curiosità onnivora, rara in chi non ha fatto le “scuole alte”, non potevano avergliela somministrata che le stelle di quella notte e dall’essere discendente di pastori. Continue reading

LA BIBLIOTECA DI BABELE

di Francesco Colombrita

In risposta al Patto di Bologna per la lettura, stipulato tra il Comune e l’Istituzione Biblioteche e allargato alle associazioni del territorio, Metro-Polis ha deciso di dare una nuova forma a interessi che l’hanno sempre contraddistinta. La lettura, e i libri, hanno fatto parte del tessuto della nostra associazione fin dalle sue origini. Basti pensare ai Cinque titoli in dote, che compongono la nostra biblioteca virtuale, al nostro mercatino, in buona parte composto da libri e agli Appetizer Books, sul nostro blog.
Per allargare il bacino di questa circolarità, che ci attraversa, e creare uno spazio di confronto ed elaborazione si è deciso, appunto, di dare vita a un Club del libro; ovviamente in puro stile Metro-Polis!
L’intenzione è quella di attraversare questo 2019 mano nella mano, in un percorso che, attraverso i 10 incontri pensati per l’anno, ci porti ad approfondire temi e questioni catalizzando tutto questo a partire da una passione per i libri e la lettura. Continue reading