APPETIZER BOOKS: IL BOSCO DELLE VOLPI IMPICCATE – ARTO PAASILINNA

di Francesco Colombrita

Edito Iperborea, 2016, pp. 279

Cosa porta in un piccolo cottage, incastrato tra i boschi della Lapponia, un gangster impenitente, un militare in congedo lievemente alcolizzato, una vecchia, ultima degli Skolt, e il suo gatto Jermakki? Cosa trascina tra quei boschi una decisa necessità di girare le pagine tra una risata e un’amarezza? 

Continue reading

FESTA DI TESSERAMENTO 2019 – IN VIAGGIO!

di Beatrice Collina

Un nuovo anno è iniziato e Metro-Polis è pronta a ripartire, con attività ormai consolidate, ma anche con tantissime novità. Inaugureremo il 2019 con la consueta Festa di Tesseramento, la Festa di compleanno di Metro-Polis è un’occasione per rivedersi dopo le feste, raccontarsi come le abbiamo passate e scoprire, divertendoci, le sorprese che ci aspettano nei prossimi mesi.

Partiamo dalla prima certezza della serata: la nostra immancabile lotteria, un momento di leggerezza che porta con sé tanti premi (sempre in linea con i principali interessi della nostra Associazione, ovvero buon cibo e cultura!) e tanta allegria. E tuttavia anche importante strumento di autofinanziamento per le nostro molteplici iniziative. Sì perché quest’anno presenteremo non solo gli Aperitivi a Tema, alla cui programmazione hanno partecipato con ricche proposte le socie e i soci, ma anche due percorsi a essi paralleli. Continue reading

APPETIZER BOOKS: LA RAGAZZA DEL CONVENIENCE STORE – MURATA SAYAKA

di Francesco Colombrita

Edito E/O, 2018, pp. 168

La vita in un konbini è meravigliosamente persistente, ripetitiva, ordinata. Le giornate si susseguono con affidabile monotonia, donando il calore del nido agli avventori abituali. La maggior parte sono aperti ventiquattro ore al giorno, sette giorni su sette. Vendono merendine, dolcetti, bevande, tramezzini, ramen, caffè, cioccolatini. E acqua, nei giorni molto caldi bisogna sapere che bisogna sistemare più bottigliette sugli scaffali e nei frigoriferi. 

Continue reading

CINQUE TITOLI IN DOTE: LETTERE A UN GIOVANE POETA – RAINER M. RILKE

Per entrare a far parte di Metro-Polis non si richiede alcuna appartenenza politica o confessione religiosa, così come non è richiesta nessuna adesione a correnti di pensiero o credo ideologici.
L’unico invito che rivolgiamo a chi vuol diventare nostro socio, è quello di portarci in dono cinque titoli: possono essere titoli di libri, di film, di articoli di giornali, di canzoni, di poesie, di telefilm, di interviste, etc… L’importante è che questi titoli riflettano l’identità di chi li porta con sé in dote, in modo da poter costruire insieme l’identità collettiva di Metro-Polis.

In questa rubrica potrete trovare, mese per mese, i Titoli in Dote che i nostri soci hanno deciso di condividere.

LETTERE A UN GIOVANE POETA – RAINER M. RILKE

Continue reading

APPETIZER BOOKS: IL CONFINE DEL PARADISO – ESMÈ WEIJUN WANG

Edito da Lindau, 2018, pp 414

di Francesco Colombrita

Si può nutrire la vita di sottili lamenti, al suono di un piano che sfiora le note più intangibili? Il piccolo David non sa proprio perché, ma capisce, intuisce, che le immagini si affollano nella sua mente un po’ troppo invasive, che non riuscire a dormire per i loro nitidi confini e l’angoscia che generano è qualcosa di strano.

Così non ne parla, cerca di ignorarle. Anche quando non riesce proprio a uscire di casa, bloccato dall’indecisione e dall’intrusività di quei pensieri inquietanti e pervasivi. Suonare il pianoforte gli piace, lo mette in connessione con qualcosa che va al di là di lui e che pure è perfettamente tangibile, giacché a chiare lettere dorate quello strumento porta inciso il suo cognome. Viene da una fabbrica del padre, costruita prima della guerra, uno di quei sogni americani che si è realizzato, sente dire, perché non è da tutte le famiglie polacche immigrate nel nuovo mondo riuscire in un’impresa del genere.  Continue reading

VOLERSI CINEMATOGRAFICAMENTE BENE A NATALE

di Alessandro D’Argento

C’è un uomo a cui dobbiamo tanto. Sia ben chiaro.

C’è un uomo che 175 anni or sono ci ha richiamati all’ordine, ci ha condannati e poi ci ha redenti.

Con un suo breve e potente racconto continua a metterci in discussione. Un uomo che continua a insegnarci come un cuore consumato dall’avidità e dall’egoismo possa essere risanato dalla misericordia. Un uomo creatore di miti. È Charles Dickens, e quel racconto porta il titolo di A Christmas Carol, Un canto di Natale, o, meglio ancora, se vogliamo fare i musicologi schizzinosi, Una carola di Natale. Continue reading

APPETIZER BOOKS: AUTUNNO – ALI SMITH

Edito da Big Sur, 2018, pp 226

di Francesco Colombrita

«Era il tempo peggiore e il tempo peggiore. Di nuovo. Perché le cose a un certo punto questo fanno. Crollano. È sempre stato così e sempre lo sarà, è nella natura delle cose». Prendere coscienza di una distanza insuperabile tra noi e il mondo è il primo passo per l’isolamento. 

Continue reading

ROMANZI PARASSITI

di Ottorino Tonelli

L’incertezza che viene dai sogni. Ottorino Tonelli

Me so scucciato. Confesso, non ho più voglia di vedere mostre d’arte dai titoli mirabolanti e nella pratica una accozzaglia di opere senz’arte né parte, riunite solo per giustificare il titolo della mostra, o, per meglio dire, la vanità e la borsa del curatore. Ma siccome la lingua batte dove il dente duole, non posso fare a meno di intrufolarmi con lo sguardo e con la mente nel mondo dell’arte. Continue reading

APPETIZER BOOKS: LA MORTE A VENEZIA – THOMAS MANN

Edito Einaudi, 2016, pp.128

di Francesco Colombrita

Come sarebbe fuggire la noia e lo stress di tutti i giorni? Trovare davvero un luogo isolato e tranquillo, dove riposare le membra e il cuore? E come sarebbe impossessarsi della voglia di farlo dopo aver scambiato lo sguardo con uno strano irlandese? Uno scrittore acclamato e riconosciuto potrà ben permettersi il lusso di qualche istante lontano da tutto. Dove andare, dove recarsi? 

Continue reading

MURAKAMI HARUKI, L’ASSASSINIO DEL COMMENDATORE

di Rosalba Granata

Martedì 16 ottobre è uscito il primo volume del libro di Murakami Haruki, L’assassinio del commendatore. L’avevo atteso con impazienza. Avevo segnato la data sul calendario tanto era il desiderio di un suo nuovo romanzo. E martedì mi sono precipitata in libreria. Già tornando a casa mi dicevo: “potrei scriverne una recensione”, ma poi nei giorni successivi ho cominciato ad avere dubbi.

A che cosa poteva servire una mia recensione? Nel Blog di Metro-Polis ci sono gli Appetizer Books di Francesco Colombrita  e questi hanno un senso perché sono segnalazioni di libri poco scontati, segnalazioni che possono incuriosire, invogliare alla lettura di testi che aprono finestre su mondi, realtà poco conosciute.

Ma quale senso può avere la mia recensione su un autore così famoso? Continue reading