LEZIONI DI ASTROLOGIA: ACQUARIO – URANO NELL’ASTROLOGIA, NEL MITO, NELL’ARTE

di Rosalba Granata

Immagine del Pianeta.

Urano è, in ordine di distanza dal Sole, il settimo pianeta del sistema solare.

È il primo pianeta scoperto tramite un telescopio. Non era infatti tra i pianeti visibili ad occhio nudo che erano conosciuti da millenni e non se ne sospettava l’esistenza. Fu Herschel che si accorse nel 1781 di “una stella” che sembrava spostarsi.

Come si arrivò al nome di Urano? Vi furono varie proposte, per i francesi doveva essergli attribuito quello del suo scopritore, mentre gli inglesi avrebbero preferito, in omaggio al re di Inghilterra, “Georgium Sidus”. Fu un astronomo, Bode, a proporre, attingendo dalla mitologia e quindi in sintonia con gli altri nomi dei pianeti, quello attuale del dio greco Urano (in greco “Cielo stellato”)

È tra i pianeti più grandi del sistema solare, il quarto per massa, e la sua composizione chimica è differente rispetto a quella dei giganti gassosi, Giove e Saturno, ed è piuttosto simile a quella di Nettuno, definiti dagli astronomi “giganti ghiacciati”. Continue reading

LA MADRE ALLE SPALLE DI ZEUS

Ampio e complesso è il dibattito che si sta sviluppando nel nostro Paese circa tematiche dirimenti per la vita pubblica e personale di ciascuno di noi: il confronto, anche se sarebbe più corretto scrivere di scontro, attivato dalla discussione in Parlamento del così detto ddl Cirinnà ci spinge a interrogarci su cosa sia la famiglia, su cosa si intenda per matrimonio, su cosa è naturale e cosa è positivo, su molto altro ancora e su come tutte queste istanze vengono giocate nella vita quotidiana di ognuno di noi. Vogliamo entrare in questo dibattito, ma vogliamo farlo a modo nostro, non in maniera belligerante; al contrario, quello che a noi interessa è fornire quanti più strumenti possibili per riuscire a decodificare i nodi cruciali di quanto sta accadendo. Ci interessa seguire una modalità quasi socratica, interdisciplinare come sempre, attraverso cui sottoporre alla vostra lettura diversi spunti e suggestioni culturali da cui ognuno potrà trarne ciò che vorrà.

Il secondo capitolo di questo nostro percorso è costituito da un articolo di Francesco Colombrita, giovane studioso di cultura e lingue classiche. Se Marta Franceschini aveva indagato il rapporto tra maschile e femminile nelle società preistoriche e protostoriche, Francesco Colombrita elegge la mitologia quale campo privilegiato di riflessione, rilevando come la Dea primordiale, l’originale femminino, sia sopravvissuto nelle narrazioni delle società patriarcali e come in esse si sia declinato.

Ancora una volta, quindi, procediamo per cerchi concentrici verso i noccioli fondamentali del dibattito contemporaneo: la prendiamo alla larga per mostrare come le categorie di pensiero a noi contigue non siano monoliti eternamente dati, mostriamo che gli stessi termini che noi utilizziamo sono figli di una cronologia millenaria e, in essa, hanno assunto significati talora molto diversi tra loro. Continue reading

L’ASTROLOGIA DI METRO-POLIS: ACQUARIO E MITO

Miti dell’Acquario: Deucalione e Prometeo 

Miti nella letteratura, miti nel tempo: Prometeo

Il mito è come un’onda che, nell’infrangersi, disegna un profilo, come i dadi gettati formano un numero. Ma ritirandosi accresce nella risacca la complicazione indominata, e alla fine la commistione, il disordine, da cui nasce un ulteriore gesto mitico. Perciò il mito non ammette sistema… (Calasso

1_Deucalione-e-Pirra-Baldassarre-Peruzzi-o-bottegaDEUCALIONE E LA NUOVA UMANITÀ

Solo Deucalione con l’amata moglie è sopravvissuto al Diluvio.
Fu suo padre Prometeo ad avvertirlo e ad ispirargli la costruzione di un’imbarcazione che potesse reggere la furia delle acque. Prometeo è quello che “vede prima” e già sapeva che l’ira di Zeus per le nefandezze dell’umanità avrebbe scatenato le forze della Natura, quindi chiama il figlio Deucalione, vuole salvarlo, gli insegna a costruire una barca solida dove dovrà salire con la sua sposa.

Cascate d’acqua cadono dal cielo, i fiumi in tumulto straripano, la terra è sommersa. Tutto il mondo viene cancellato, le foreste, le pianure, le città tutte.
Solo le cime dei più alti monti emergono dalle acque. La barca di Deucalione e Pirra ha raggiunto la cima del monte Parnaso, lassù sopra alle nuvole. Continue reading