APERITIVO A TEMA: MOBILITÀ SOSTENIBILE – TRE SGUARDI

In giugno a Metro-Polis si parlerà di mobilità sostenibile. Ma, volendo essere più precisi, potremmo dire che la protagonista indiscussa del nostro prossimo Aperitivo a Tema sarà la bicicletta. L’arrivo dell’estate e la (quasi) coincidenza con il G7 che si sta svolgendo proprio in questi giorni a Bologna in merito alle fondamentali questioni del clima e dell’ambiente ha reso la scelta del mese di giugno particolarmente fortunata per dedicare uno dei nostri incontri a questo tema. Continue reading

APERITIVO A TEMA: BUONGIORNO, MEZZANOTTE. VIAGGIO SENTIMENTALE NELLA VITA E NELLE OPERE DI EMILY DICKINSON

Il 21 maggio 2017 l’Aperitivo a Tema di Metro-Polis sarà dedicato alla figura di Emily Dickinson: ci addentreremo nella sua vita e nelle sue opere di cui ci parleranno Maria Grazia Ghetti e Tania Passarini. Inoltre, avremo come ospite Luce Macchiavelli, violoncellista che accompagnerà musicalmente la serata.
Iniziamo a conoscere la figura misteriosa di questa poetessa insieme a Filippo Costa, che ha scritto questo articolo per introdurci alla serata.
Vi aspettiamo domenica 21 maggio presso il Centro Socio Ricreativo Culturale Stella, Via Savioli 3!

Laura Comitogianni

Avete presente da piccoli, a scuola, quando muovendo i primi inconsci passi verso lo studio lontano della fisica facciamo roteare una rudimentale trottola di cartone colorato? Con un semplice e rapido gesto di due dita vediamo, davanti a noi, il disco iridescente, prima di mille sfumature, desaturarsi, mischiarsi e fondersi diventando vorticosamente incolore.

Dove sono più il rosso, il verde, il viola, l’arancio e il ceruleo? Scomparsi forse? O solamente celati dietro all’inganno di un cerchio Bianco?

Emily Dickinson (1830-1886), appena trentenne, decise che da lì in poi, per il resto della sua vita, non avrebbe indossato nient’altro che abiti e vesti bianche; ed è così che amo immaginarmela: un meraviglioso turbinio di colori che si accavallano e si rincorrono celati dalla calma di una mussola abbagliante. Continue reading

LE VOCI DI CALLIOPE – QUANTO DURA UN BAGNO DI COLORE

Rischio di somigliare alle cose che scrivo e viceversa, questo è il modo in cui tento di offrire una poesia onesta, che aderisce sinceramente alla mia visione. Con questi versi nati lungo la costa abruzzese dei trabocchi rispondo alle dolci malinconie dell’infanzia e ai richiami di un amore acceso e riacceso dal vento di fine estate. Nel bagliore che entra ed esce dal mare Adriatico appare la consapevolezza di sé e della propria crescita interiore, il disincanto. Continue reading

EDITORIALE: IL NOME CHE CAMBIA IL MONDO

16864564_1172817186170696_5296286542407409206_nMettersi in cammino significa inventarsi ad ogni passo: trovare l’equilibrio tra la potenzialità del vuoto, quando il piede si alza, non sapendo quando atterrerà nuovamente, e la solidità del terreno, dell’appoggio saldo. Metro-Polis non fa eccezione: mette il naso, curiosa, in ogni vuoto, per capire quali novità vi si celano; esplora il terreno con passo sicuro, lento ma determinato.
Il 2016 è stato un anno importante per la nostra associazione, l’anno dello snodo in cui la conclusione del primo triennio di vita associativa ha ceduto il passo a un nuovo percorso. Un rito di passaggio non scontato, in cui si diventa grandi pur mantenendo lo sguardo della meraviglia tipico dei più piccoli. Un percorso fatto innanzitutto di continuità rispetto a quei valori e a quelle buone pratiche che sono per noi fondamentali e fondanti; ma un cammino fatto anche di aspettative, ambizioni e mete sempre nuove cui anelare. Continue reading

EDITORIALE – CENA DI SOLIDARIETÀ

25Quando Maria Caterina Ussia è entrata in Metro-Polis ha portato con sé una dote preziosa che, nel tempo, ha potuto germogliare fino a divenire vera e propria categoria associativa: la generosità. Parola potente, non scontata, di cui spesso abusiamo ma di cui non parliamo mai abbastanza. Nella generosità è connaturata l’idea del dono: la capacità dell’ascolto, l’approccio dialogico all’alterità, la razionalità della scelta e la tenacia dell’agire. Nella generosità si testimonia l’ideale del servizio: mettersi a disposizione, riconoscersi come soggetti che posso essere utili per il raggiungimento di un fine, porsi nell’orizzontalità di una relazione in cui non esistono partner forti e deboli, bensì una circolarità di saperi, informazioni e mezzi. Generosità, infine, si fa terreno di esplorazione perché delinea un territorio tutto sommato misterioso, fecondo e pronto alla scoperta. Continue reading

UN NUOVO ANNO ASSOCIATIVO INIZIA… FESTEGGIANDO!

quarto-compleannoPer noi di Metro-Polis, l’inizio dell’anno coincide in modo magicamente casuale con il compleanno dell’Associazione e il 22 gennaio 2017 le candeline da spegnere saranno ben 4! Siamo ancora in tenera età, ma cominciamo a sgambettare sempre più impazientemente: siamo curiosi, pieni di energia e di idee. Proprio come un bambino, i nostri passi diventano ogni giorno più sicuri e questo ci spinge a pensare più in grande, a porci nuovi obiettivi, a interrogarci su fin dove potremmo spingerci nella nostra impresa.
Anno nuovo vita nuova? Sì e no. Iniziamo il 2017 con molte certezze. Prima di tutto, con la nostra tradizionale festa di tesseramento che si terrà domenica 29 gennaio. Già qui però qualcosa cambia rispetto al passato, perché sarà la prima volta che festeggeremo compleanno e tesseramento presso il Centro Stella di via Savioli 3, già da molti mesi punto di riferimento “spaziale” della nostra Associazione. Continue reading

METRO-POLIS È GREEN!

             img_8371     img_8381

Sentiamo spesso parlare di inquinamento ambientale, di superamento delle soglie stabilite per le polveri sottili e di emergenza smog. L’Agenzia europea per l’ambiente definisce l’inquinamento come «l’alterazione, causata direttamente o indirettamente dall’uomo, delle proprietà biologiche, fisiche, chimiche o radioattive dell’ambiente (dell’acqua, del suolo, dell’aria), quando crei un rischio o un potenziale rischio per la salute dell’uomo o la sicurezza e il benessere di ogni specie vivente. Gli inquinanti, dunque, sono sostanze o fattori fisici (ad esempio calore o rumore) che interferiscono con il naturale funzionamento degli ecosistemi: possono essere già presenti in natura, o derivare dalle attività dell’uomo».

Dunque partiamo da noi, dall’uomo, dall’impatto che noi tutti abbiamo sull’ambiente. Nel nostro piccolo e nel nostro quotidiano possiamo compiere semplici gesti che, sommati insieme, possono contribuire se non a migliorare, almeno a mantenere la situazione stabile senza che peggiori. Continue reading

ANTEO, L’ENERGIA DELLA MIA TERRA: IL MIO MAESTRO SCRIVE POESIE

In novembre abbiamo dato il via alla pubblicazione dei lavori degli alunni dell’Istituto Comprensivo Giovanni Verga di Scordia (Catania). I testi dei ragazzi sono prodotti nell’ambito del progetto “Scrittura e tecnologia” per favorire lo sviluppo della comunicazione, in particolare quella di tipo digitale. Siamo veramente felici di ospitare sul nostro blog i lavori di queste classi, sicuri che sia un incontro arricchente e stimolante per tutti.
I bambini hanno molto da dire, da comunicare e lo fanno in maniera semplice e diretta. Tutto ciò è reso ancor più immediato grazie all’utilizzo della tecnologia, che ormai è diventata irrinunciabile, e così abbiamo la possibilità di lasciarci emozionare dai messaggi di questi bambini che ci stupiscono e ci lasciano senza parole.
Oltre ai bambini dialoga con noi anche il maestro Giuseppe Zappalà attraverso delle poesie, alcune già illustrate. Continue reading

APPETIZER BOOKS: TUTTI I FIGLI DI DIO DANZANO – HARUKI MURAKAMI

Domenica 18 Dicembre alle 19,30 presso il Centro Socio Ricreativo Culturale Stella avrà luogo la Cena di Beneficenza di Metro-Polis con lo scopo di raccogliere fondi da destinare a un progetto nelle zone terremotate. Per l’occasione Francesco Colombrita ha scelto di inserire nella sua rubrica Appetizer Books un invito alla lettura di Tutti i figli di Dio danzano di Haruki Murakami. Un libro che ci catapulta nell’instabilità delle vite delle persone che sono state colpite dal terremoto o che lo hanno vissuto da vicino. Un’occasione per riflettere sul futuro e sul tempo che scorre anche di fronte alla devastazione.

Laura Comitogianni


cover
Vite in qualche modo interrotte, sospese su fili distratti, afferrate in un istante preciso, e poi lasciate andare. Incontri bizzarri sulla via della fuga da sé stessi, che si imprimono al punto di poter cambiare tutta la strada percorsa e che ancora ci attende. Continue reading