APERITIVO A TEMA: MOBILITÀ SOSTENIBILE – TRE SGUARDI

In giugno a Metro-Polis si parlerà di mobilità sostenibile. Ma, volendo essere più precisi, potremmo dire che la protagonista indiscussa del nostro prossimo Aperitivo a Tema sarà la bicicletta. L’arrivo dell’estate e la (quasi) coincidenza con il G7 che si sta svolgendo proprio in questi giorni a Bologna in merito alle fondamentali questioni del clima e dell’ambiente ha reso la scelta del mese di giugno particolarmente fortunata per dedicare uno dei nostri incontri a questo tema. Continue reading

«NOTTE E NEBBIA»: SABBIUNO 1944

Sono i primi giorni dell’agosto del 1945 quando decine di cadaveri in avanzato stato di decomposizione vengono rinvenute tra i calanchi delle colline di Sabbiuno di Paderno, nel bolognese. La notizia si diffonde velocemente e conferma il peggiore dei sospetti: sono i corpi di partigiani giustiziati, in momenti diversi, nel dicembre del 1944. A rendere possibile il ritrovamento di quei morti è stato un altro partigiano, Bruno Tura, scampato alle esecuzioni dell’inverno precedente solo perché deportato in campo di concentramento; liberato all’indomani della fine della guerra, Tura indicherà il luogo di quelle stragi; da allora inizierà un triste e continuo pellegrinaggio di padri, madri, fratelli e sorelle ai quali toccherà riconoscere i corpi dei propri cari che, fino a quel momento, si sperava fossero lontani ma ancora vivi. Continue reading

L’ECCIDIO DI CASALECCHIO DI RENO

In occasione della commemorazione dell’Eccidio di Casalecchio, Beatrice Collina ha scritto sul nostro blog un articolo per ricordare cosa avvenne in quel tragico 10 Ottobre 1944. Nelle giornate dall’8 all’11 Ottobre a Casalecchio di Reno si svolgeranno numerose iniziative per la commemorazione e Metro-Polis sarà presente nella giornata del 10 Ottobre: alle ore 18 avrà luogo un aperitivo presso l’ex Centro giovanile ECO e a seguire un concerto del gruppo “I MULINI A VENTO”. Alla fine di questo bellissimo articolo segnaliamo il programma completo delle iniziative. Buona lettura!

Laura Comitogianni

Eventi tragici come le stragi di Marzabotto e delle Fosse Ardeatine restano tuttora casi emblematici della violenza che caratterizzò la guerra di Liberazione, combattuta dal 1943 al 1945 contemporaneamente su due fronti: contro l’invasore tedesco e contro il nemico interno fascista. Tuttavia, insieme a fatti così eclatanti per numero di vittime e cruenza, tanti altri se ne sono verificati nel corso di quei mesi. Fatti locali, meno noti, “disseminati” per il nostro territorio, a dimostrazione di come non si sia trattato di eventi eccezionali, ma di brutale normalità.  Continue reading