15 MINUTI CON METRO-POLIS: SORRISO

di Simone Romano

Il percorso partecipato di Metro-Polis è iniziato con Valentina che ha adottato la parola “finestraper descrivere la caratteristica di completa apertura della nostra associazione verso il mondo e verso altre realtà, è continuato con Patrizia che ha adottato la parola “ponte” che, insieme a “rete”, è una delle metafore che guidano l’azione di Metro-Polis, e allo scorso aperitivo ha visto la tappa di Beatrice con la parola “bicicletta, che come oggetto e simbolo ha attraversato tutta la storia della nostra associazione.

Io ho scelto la parola “sorriso” per descrivere Metro-Polis, perché mi è venuto in mente che tre anni fa, in occasione di uno degli incontri ad hoc del percorso partecipato, “ “sorriso” è stata una delle parole scelte per descrivere Metro-Polis, accostata ad altre parole come per esempio “accoglienza”. Continue reading

IMMAGINARCI. COSTRUIRE IL DOMANI DI METRO-POLIS

di Mattia Macchiavelli

Se continuare a sognare è l’imperativo che ci siamo date quest’anno, domenica 9 giugno sarà la giornata in cui dare un peso specifico ai nostri sogni, traducendoli in realtà.

Abitare Metro-Polis significa vivere nel futuro. L’utilizzo che facciamo dello strumento dell’immaginazione possiede infatti una triplice natura: Continue reading

15 MINUTI CON METRO-POLIS: BICICLETTA

di Beatrice Collina

Le parole scelte da Valentina e Patrizia, finestra e ponte, hanno descritto un modo di essere per loro fondamentale di Metro-Polis. La mia scelta di stasera è un po’ diversa. La parola che vi propongo per parlare dell’associazione non è infatti una parola che la descrive nel suo complesso, che ne descrive una caratteristica o, ancora, che descrive come io vedo Metro-Polis. Nel riflettere su quale parola avrei potuto scegliere per i miei 15 minuti, quasi automaticamente mi è venuto in mente un oggetto, che negli ultimi anni, a più riprese e in modi diversi, è tornato e continua a tornare nei nostri appuntamenti, nelle nostre storie. Subito ho pensato alla bicicletta. Continue reading

15 MINUTI CON METRO-POLIS: PONTE

di Patrizia Fiocchi

Oggi tocca a me raccontare Metro-Polis partendo da una parola chiave che per me è “ponte”.

Intanto la metafora del ponte è uno dei pilastri su cui Metro-Polis poggia. Infatti tra gli scopi di Metro-Polis c’è quello di «creare un ponte tra persone diverse, ma non per questo distanti tra loro, in un’ottica di mutuo e reciproco scambio», come è espresso nello Statuto.

E io vorrei parlarvi di un aspetto che vede la parola ponte in un contesto molto attuale, e che ci porta a riflettere. Continue reading

15 MINUTI CON METRO-POLIS: FINESTRA

di Valentina Bonzagni

Raccontare Metro-Polis in pochi minuti è la sfida che noi del Direttivo ci siamo lanciati ad affrontare. Ognuno di noi ci racconterà un aspetto di questa grande casa che è l’associazione partendo da una parola chiave.

Apro le danze io stasera con la parola “finestra”.

Pensate un attimo a quante finestre possono esistere. A quello che possono mostrare o nascondere. Alle finestre che stanno sempre chiuse, perché sono stanche di quello che c’è fuori; a quelle che stanno sempre aperte, perché non si sa mai cosa sta succedendo fuori. Ci sono finestre grandi che si aprono su terrazze piene di fiori, e i finestrini delle cantine, che devono solo far passare l’aria e un po’ di luce. Continue reading

CONTINUARE A SOGNARE

di Mattia Macchiavelli

Quello che Metro-Polis richiede, a tutte e tutti noi, è un esercizio di immaginazione: lo richiede sempre, perché proprio di immaginazione essa si nutre, ma lo fa in particolar modo ora, perché questo è un importante anno di passaggio.
Il 2019, infatti, come annunciato durante la nostra Festa di tesseramento, è l’anno in cui si conclude il mandato associativo che Metro-Polis ha conferito a questo Consiglio direttivo attraverso la mozione Da crisalide a farfalla. Occorre dunque accompagnare, attraverso una gestazione creativa e organizzata, l’apertura a una nuova fase della vita dell’associazione, inventandosi un nuovo triennio e identificando le persone più adatte a interpretarne ideali e pratiche. Continue reading