15 MINUTI CON METRO-POLIS: FINESTRA

di Valentina Bonzagni

Raccontare Metro-Polis in pochi minuti è la sfida che noi del Direttivo ci siamo lanciati ad affrontare. Ognuno di noi ci racconterà un aspetto di questa grande casa che è l’associazione partendo da una parola chiave.

Apro le danze io stasera con la parola “finestra”.

Pensate un attimo a quante finestre possono esistere. A quello che possono mostrare o nascondere. Alle finestre che stanno sempre chiuse, perché sono stanche di quello che c’è fuori; a quelle che stanno sempre aperte, perché non si sa mai cosa sta succedendo fuori. Ci sono finestre grandi che si aprono su terrazze piene di fiori, e i finestrini delle cantine, che devono solo far passare l’aria e un po’ di luce. Continue reading

EDITORIALE: IL NOME CHE CAMBIA IL MONDO

16864564_1172817186170696_5296286542407409206_nMettersi in cammino significa inventarsi ad ogni passo: trovare l’equilibrio tra la potenzialità del vuoto, quando il piede si alza, non sapendo quando atterrerà nuovamente, e la solidità del terreno, dell’appoggio saldo. Metro-Polis non fa eccezione: mette il naso, curiosa, in ogni vuoto, per capire quali novità vi si celano; esplora il terreno con passo sicuro, lento ma determinato.
Il 2016 è stato un anno importante per la nostra associazione, l’anno dello snodo in cui la conclusione del primo triennio di vita associativa ha ceduto il passo a un nuovo percorso. Un rito di passaggio non scontato, in cui si diventa grandi pur mantenendo lo sguardo della meraviglia tipico dei più piccoli. Un percorso fatto innanzitutto di continuità rispetto a quei valori e a quelle buone pratiche che sono per noi fondamentali e fondanti; ma un cammino fatto anche di aspettative, ambizioni e mete sempre nuove cui anelare. Continue reading