L’ASTROLOGIA DI METRO-POLIS – VERGINE E MITO

Il mito di Demetra. Lettura astrologica. Le divinità Vergini.

Il 2015 della Vergine

Miti nella letteratura, miti nel tempo. Atena e Ulisse. 

Perché i Miti? E soprattutto perché collegati all’Astrologia?

Astrologia e Miti sono uniti dall’antichità. L’uomo guardava il cielo, e lo popolava di dei ed eroi. E oggi? Credo che i Miti risuonino ancora dentro di noi, ci parlino. Raccontarli, comprenderli ci mette a contatto con una parte interiore di noi stessi. E l’Astrologia ci dà una chiave interpretativa, non l’unica, mai definitiva, sempre problematica. Continue reading

RUBRICA ASTROLOGICA – VERGINE (parte 2)

2.    DONNE DELLA VERGINE. ELIZABETH VON ARNIM. Leggera e ironica scrittrice del primo Novecento

arnim_immagine

 

Sottile e graffiante è anche l’ironia di Elizabeth von Arnim.

Ho conosciuto questa scrittrice circa quattro  anni fa, attraverso il suo romanzo forse più bello (Amore) che mi aveva prestato un’amica. Da quel momento ho letto tutto quello che sono riuscita a trovare di questa autrice.

 

arnim_amore2

 

Ma chi è e Elizabeth von Arnim?

Nata in Australia da una famiglia inglese nel 1891 sposò un conte tedesco e visse per circa quindici anni in Pomerania. Rimasta vedova (aveva già pubblicato con grandissimo successo Il giardino di Elizabeth) si trasferì a Londra, visse tra questa città, la Costa Azzurra, gli Stati Uniti.
Ebbe vari amanti tra cui B. Rassel, nel 1916 ne sposò il fratello più giovane, ma non fu un matrimonio felice.
E’ descritta come  donna elegante, spiritosa, di straordinaria intelligenza.
Scrittrice brillante e anticonformista, mostra una feroce ironia nel descrivere la società boriosa e maschilista dell’Inghilterra degli anni ’30. Una società dominata dalla finzione e dai pregiudizi.
Forse il suo romanzo che mi è più caro è Un incantevole aprile: un gruppo di donne inglesi ingrigite da rapporti frustranti con i loro uomini, si ritrova per una vacanza in una spendente Liguria…
È una favola lieve e deliziosa e della vacanza, del corpo e dello spirito, fa respirare l’aria e anzi suscita il desiderio di trovare il proprio luogo dell’anima in cui recuperare le nostre parti migliori. Leggendo ti diverti e senti una forte condivisione con una donna profonda con leggerezza.

«Anna, in fondo al giardino, guardava oltre la bassa siepe che la separava dal terreno paludoso e dal mare, e pensava di non aver mai visto prima un luogo in cui sarebbe stato tanto facile essere buoni.» (Un incantevole aprile)

incantevole_aprile

Continue reading

RUBRICA ASTROLOGICA – VERGINE (parte 1)

  1. Vergine e Ironia. Ludovico Ariosto
  2. Donne della Vergine. L’ironia della Von Arnim
  3. Un personaggio della Vergine. Roberto Saviano

vergine_2

1. VERGINE E IRONIA. LUDOVICO ARIOSTO

«A ciascuna parete di ciascun esagono corrispondono cinque scaffali; ciascuno scaffale contiene trentadue libri di formato uniforme; ciascun libro è di quattrocentodieci pagine; ciascuna pagina di quaranta righe; ciascuna riga di quaranta lettere di colore nero.»    (Borges. La Biblioteca di Babele)

Per Pesatori Borges è il prototipo della Vergine. Nella sua Biblioteca di Babele ogni dettaglio è prezioso. Il segno della Vergine è infatti caratterizzato da una precisione meticolosa, dal bisogno di dare ordine, di catalogare.
Non ci stupisce quindi che Roberto Saviano abbia ottenuto un grande successo televisivo con la trasmissione Vieni via con me basata sugli “elenchi”… elenchi delle cose per cui vale la pena vivere. Dice lo scrittore: «Da sempre sono attratto dagli elenchi. Un giorno mi piacerebbe scrivere libri di elenchi».

La personalità di chi ha il Sole in questo segno governato da Mercurio1 non è certo semplice e lineare, si dice che la Vergine spacca il capello in quattro e la sua tendenza all’autocritica talvolta può diventare lacerante.

Continue reading